Dove vogliamo arrivare, perché

Friedrich_Overbeck_008Alla base di questo progetto c’è un’idea di integrazione e di creazione nello studente di una seconda consapevolezza e quasi identità culturale, come formazione predisponente a comportamenti di maggiore apertura e tolleranza, nella speranza che essi superino i propri confini culturali, si aprano ad una dimensione culturale internazionale e sviluppino così un’identità che non è più solo italiana ma europea. Alla fine del loro percorso liceale i nostri studenti con il pensiero e con l’azione partecipano al mondo italiano e a quello tedesco.

Il modello innesta sulla struttura di un liceo nei suoi indirizzi di liceo classico, liceo scientifico e linguistico, lo studio del tedesco come lingua seconda che, oltre ad essere approfondita nelle sue valenze linguistico-comunicative e nell’espressione letteraria, viene anche usata per veicolare le discipline storia e geografia. La lingua seconda è quindi connotato identificativo della classe internazionale, a cui vengono subordinati gli indirizzi specifici.

Questo significa che il tedesco assume un’importanza pari a quella della lingua madre.

Infatti la finalità dell’attività didattica non è il trasmettere una lingua intesa come insieme di nozioni, siano esse grammaticali o di lessico, ma come espressione di valori, di fenomeni culturali in senso lato. L’intenzione è di trasmettere anche mentalità, abitudini, metodo di lavoro, di mettere dunque lo studente in contatto con una identità culturale diversa da quella italiana.